Ultime ore del nostro primo progetto, prepariamo le piantine da dare alla pesca della festa di fine scuola

Oggi abbiamo ripreso a comporre i vasetti che verranno dati via alla Pesca durante la festa di fine scuola sabato 30 maggio.

20150428_155220Dopo i vasetti prepareremo una dozzina di composizioni da vendere al maggior offerente, durante la festa, per auto finanziarci.

1425718680213

Le piante dentro i vasoni  all’ingresso della scuola stanno mantenendosi bene

 20150520_120348 (2)Ci rivediamo dopo la festa della scuola per fare il resoconto di come è andata

si riparte col laboratorio dopo le vacanze di Pasqua

Ripartiamo dopo le  vacanze scolastiche, i fiori nel vaso si1426601843690 sono ripresi bene dal trapianto

Domani incominceremo a preparare i vasetti con le varie piantine da dare per la pesca della festa di fine anno scolastico,

alla prossima vi racconto come è andata

20150418_122910[1]

I ciliegi sono fioriti, questo è quello vicino alla mia finestra di casa

SECONDA LEZIONE Martedì 12 marzo: impariamo la semina

 Oggi impariamo a seminare utilizzando delle cassettine: occorre del  terricci1425994013689o, un po di sabbia, fogli di plastica e le sementi.
 Abbiamo deciso di seminare dei semi di piante officinali,  da odore,  partiamo col prezzemolo e la salvia.

Ho con me una alunna di prima, entusiasta di imparare.

Prendiamo il terriccio ed un max. del 15% di sabbia e la mescoliamo fra di loro e la mettiamo in due cassette dove abbiamo precedentemente 1425994684157posizionato un telo di plastica in modo che contenga il terriccio lavorato; sparpagliamo i semi sulla superficie e poi con le mani smuoviamo la superficie in modo che i semi affondino un poco ed 1425994708719 infine pressiamo moderatamente la superficie.
Ricordiamoci di posizionarci sopra la bustina relativa alle sementi messe, in modo da saper sempre di cosa si trattano, perchè fin quando le piantine non avranno messole prime foglie difficilmente sapremo riconoscerle!!

A questo punto diamo una leggera innaffiata al terriccio e portiamo al coperto le cassette

Ora riprendiamo il lavoro di rinvaso dei vasi presenti a scuola, l’idea è di utilizzar1425997954823e sempre piante di riciclo, ovvero che si auto-riproducono, in modo che col tempo avremo sempre nuove piante da rinvasare.


Il tempo passa in fretta e le due ore volano, alcuni studenti si erano f1425998067112ermati  incurios1425998102260iti a guardarci lavorare, abbiamo  sistemato quasi tutti i vasi presenti a scuola,  vogliamo posizionare un vaso sotto ogni finestra delle classi, in modo da abbellire tutta la parte esterna della scuola1425998090806

1425998080336

Le piante che migliorano l’Ambiente e rilassano

Lo sapevate che molte piante da interno hanno proprietà tali che, oltre assorbire la Co2 e rilasciare l’ossigeno attraverso la fotosintesi, catturano le sostanze inquinanti che si trovano nell’aria delle nostre stanze di casa!

Una volta assorbite esse vengono convogliate, attraverso processi biologici,
nei tessuti e poi nelle radici

elenco piante e loro benifici

  è anche riscontrato che le piante, grazie al loro colore verde ed ai colori dei loro eventuali fiori,
aiutano lo stato di rilassamento e di conseguenza anche di concentrazione, in questo caso allo studio!
Spathiphyllum wallisiimonitoreremo se riscontreremo dei “benefici”…
Per questo Lunedì 9 Marzo abbiamo consegnato piantine classi
a Scuola una piantina
(una Spathiphyllum) per ogni classe
(sono 15) chiedendo ai ragazzi/e di
prendersene 
cura come fosse
un loro compagno…
1425896930097

Prima Lezione sul riutilizzo di piante da svasare e come auto-costruire cassonetti

1425129931487Oggi  svasiamo una bel vaso di foglioni
che ho a casa mia, in quanto sono diventati troppo fitti…
e ne approfittiamo per realizzare tre belle composizioni da mettere in 3 vasoni di cemento posti all’entrata della scuola

1425718680213      E’ molto semplice, basta stare attenti a separare tra loro i gruppi di steli, tagliare eventuali radici troppo lunghe e rinvasare nei punti desiderati, avendone precedentemente creato adeguate buche; poi coprire e pressare leggermente ed infine innaffiare.1425718695595

 

 

 

1425386678431
La nostra prima idea è di utilizzare dei cassoni che costruiremo noi
che andremo a posizionare all’entrata della scuola,  visto che fino ad oggi non vi è nulla. 

 

 

per c1425385645252ostruire i cassoni siamo andati in una serra nostra sponsor: la Eden Garden a Imola, a prelevare dei bancali, teli usati, alcune piante di rose e del buon terriccio…

    

Co1425487827422n alcuni attrezzi, martello, chiodi, pinze
e sega per legno 
ho preparato tutti
i pezzi di legno occorrenti
per costruire i cassoni…

ritaglian1425487801539do i vari bancali riciclati
dalla serra e una volta
assemblato questo 
è il risultato
al grezzo…

ora lo rivestiamo con telo impermeabile, poi facciamo un fondo con ciottoli per drenare l’acqua in eccesso e poi lo riempi1425549279738remo di torba e sarà pronto per metterci le piante  creando la composizione…

Possibilme2013-03-22 12.04.16nte anche per i nostri giardini usiamo piante che crescono spontanee tutti gli anni, possibilmente miste in modo che compaiano in mesi differenti, in questo modo ogni anno aumenteranno la loro produzione in modo spontaneo

Ed ecco il risultato finale:1425718776999

 

le piantine e i fiori sono evidentemente stressati dal trasporto e dal travaso
appena effettuato, vi aggiorneremo poi nei prossimi giorni…

teniamo presente che per vedere  “armonizzato” delle composizioni fatte in modo artificiale, occorrono sempre almeno un paio di anni, lasciando che le pianti lavorino da sole.

Progetto di Laboratorio “VERDE” con i ragazzi delle medie dell’A. Costa – IMOLA

ass. crescereinsieme
Associazione
di Promozione Sociale                                        

                                                           Propone un

  PROGETTO PILOTA di  “LABORATORIO del  VERDE”

Noi adulti e genitori siamo consapevoli che i nostri figli conoscono poco o nulla di quello che riguarda l’ambiente, il riciclo, le energie alternative, da dove proviene il cibo che mangiamo, perché biologico e non OGM, il rispetto o meno degli animali che alla fine noi mangiamo, potrei andare avanti ancora per molto…

Lo scopo di questo progetto si pone l’obiettivo di avvicinare gli studenti alla natura, al contatto con la “terra”,  ai suoi bio2014-09-26 10.09.34-ritmi,  scoprendone i suoi benefici e la loro importanza nel nostro eco-sistema e nel nostro  vivere  quotidiano; condivideremo la progettazione del laboratorio spiegando che in natura vi sono delle tempistiche ben precise legate alle stagionalità ed alle condizioni atmosferiche. 

Attraverso la conoscenza, la cura ed il rispetto delle piante, riscopriremo l’importanza della cura ed il rispetto di noi stessi e delle persone e cose a noi vicine. 

Allo stesso tempo, il progetto, sarà utile per  autofinanziarci; vendendo durante la festa della scuola di fine anno le piante, i vasi e le composizioni realizzate durante il laboratorio.

Appronteremo un giardino/orto/botanico con l’ausilio di vasche, sacchi di juta, ecc… (senza intaccare il suolo esistente, utilizzando prevalentemente materiali di recupero) in cui alleveremo piante officinali, piante grasse, fiori ornamentali, ortaggi e quanto decideremo insieme agli studenti.
      Il laboratorio inizialmente (in via sperimentale) si svolgerà da Marzo a Maggio 2015

tutti i Martedì dalle ore 14,15 alle 15,45 ci troviamo a scuola

poi documenteremo tutto il lavoro sul blog…